Chipre do Norte ou Chipre invadido?

Cipro del Nord o Cipro invasa?

settembre 21, 2021 0 Di Christian Gutierrez e Priscilla Gutierrez

Durante un viaggio a Cipro abbiamo scoperto che il paese è diviso tra Cipro e Cipro del Nord, Cipro è il paese riconosciuto, Cipro del Nord è riconosciuta solo dalla Turchia, che ha contribuito a questo movimento di separazione dell'isola in due parti..

Nel mezzo di questa divisione c'è una zona smilitarizzata che si è fermata nel tempo., case in rovina, hotel abbandonati, una cosa molto diversa e strana, non avevamo mai visto una zona così, è molto triste, questa zona smilitarizzata si trova nel centro del paese andando dalla costa sud alla costa nord, ma la parte con più tensione e più forte, è nella città di nicosia, l'unica capitale al mondo di due paesi.

Storia del conflitto di Cipro

Nella parte orientale del Mediterraneo troviamo l'isola di Cipro, un territorio che ha mantenuto nel corso della storia il suo carattere strategico. La tua situazione a doppio ponte, da un lato tra Oriente e Occidente, e, per un altro, tra i continenti di Europa, Africa e Asia, ne fece un punto di conflitto storico di interessi geostrategici e territoriali fin dall'antichità.

Storia del conflitto di Cipro

Sotto il dominio britannico da 1878, divenne una colonia in 1914 (all'inizio della prima guerra mondiale). da 1931, l'interesse per l'unione di Cipro cominciò a crescere e Grecia, movimento che crebbe nei decenni successivi. Con la collaborazione di vari stati politici e sociali, guidato dall'arcivescovo Makarios III, Cipro ha ottenuto la sua indipendenza dal Regno Unito ad agosto di 1960.

Ma se c'è un conflitto che è durato nel tempo, è quello tra greci e turchi, per questioni come il controllo politico e militare dell'area o i confini marittimi tra i due.

Anche se Cipro oggi ci viene presentata come un unico paese, è stato diviso in due da allora 1983: un Repubblica Turca di Cipro del Nord e Repubblica di cipro. nel mese di luglio 1974, un Turchia invase la parte settentrionale di Cipro, occupante 37% del territorio insulare, sostenendo la necessità di proteggere la popolazione turco-cipriota contro una possibile unificazione di Cipro e Grecia. Questo fatto ha causato 150.000 I greco-ciprioti hanno dovuto lasciare la parte settentrionale dell'isola e la Grecia ha rinunciato alle sue pretese su Cipro.

in 1983 il governo turco ha concesso l'indipendenza a questo territorio., formando la Repubblica Turca di Cipro del Nord (RTNC), essere riconosciuto solo dalla Turchia, mentre l'ONU e i governi dei paesi che la compongono sostengono la sovranità della Repubblica di Cipro, chi è membro dell'Unione Europea (da maggio 2004) e ha l'euro come moneta. Tra le due c'è la cosiddetta Zona Verde o Zona Demilitarizzata controllata dalle truppe della Forza di Pace delle Nazioni Unite a Cipro (UNFICYP), organismo internazionale creato in 1964 per garantire la pace nella regione.

Da allora, La Turchia ha mantenuto diversi movimenti di pressione in relazione a Cipro e alla sua sovranità. Sfruttare le relazioni con i paesi della regione, La Turchia ha cercato la collaborazione di diversi stati per fare pressione su Cipro nel conflitto, chiedendo il ritiro dei piani congiunti di prospezione e cooperazione tra Libano ed Egitto con Cipro o cercando di impedire qualsiasi esplorazione petrolifera nel sud dell'isola.

Guerra di Cipro

in 2003, l'allora Segretario Generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, ha proposto il cosiddetto Piano Annan per la riunificazione di Cipro, prendendo il modello svizzero come esempio di possibile soluzione, che istituisce una federazione di due Stati Uniti attraverso la struttura di un governo federale. nell'aprile di quell'anno, si è tenuto un referendum per entrambe le parti per approvare il piano: mentre dalla parte turco-cipriota è stato accettato da 65% della popolazione, più 75% dei grecociprioti lo respinse. Sia gli Stati Uniti che l'UE hanno cercato di avvicinare le due parti., ma i greco-ciprioti ritenevano che la parte turca avrebbe beneficiato di questo accordo..

in 2015, le trattative sono riprese molto positivamente e nel mese di luglio 2017 c'è stato un nuovo tentativo di un processo di pace a Cipro per porre fine a questo conflitto che è in vigore da più di 40 anni. Nonostante l'intervento delle Nazioni Unite come intermediario, con il suo Segretario Generale António Guterres al fronte, c'è stato un altro fallimento. Le trattative hanno coinvolto sei aree distinte con questioni come la progettazione di nuovi confini territoriali, l'equilibrio della situazione economica, le garanzie di sicurezza in uno stato futuro, eccetera.

La ricchezza di risorse del territorio e l'importanza geostrategica hanno segnato la complessità di questo confronto, accentuato dal gran numero di attori che intervengono in un modo o nell'altro: Cipro, Turchia, Grecia, LUI-LE-IT, UE, Regno Unito, paesi confinanti. Gli interessi di entrambi rimangono in conflitto e la soluzione dipenderà dalla capacità di dialogo e accordo che sono disposti a mettere in atto..

Nicosia

Nicosia

come ho commentato, la parte più visibile di questo conflitto è nella città di Nicosia, siamo stati un giorno nella città che è molto bella da entrambi i lati, ma la Zona Verde è la parte triste con i controlli alle frontiere, Armi, soldati è un'area congelata nel tempo.

Siamo passati dalla parte di Cipro del Nord, abbiamo attraversato il confine e presentato i nostri passaporti, uscire e entrare, e poi partire e rientrare nella parte di Cipro.

A Cipro del Nord conosciamo solo Nicosia, perché è molto difficile guidare dall'altra parte e le compagnie di noleggio sconsigliano, e da quello che abbiamo visto le spiagge più belle sono dalla parte di Cipro, quindi preferiamo non rischiare.

Uno dei luoghi più famosi di Nicosia è un bar alle cui spalle ci sono barricate che bloccano la Zona Demilitarizzata.

È stata un'esperienza molto diversa attraversare una zona smilitarizzata, entrare in un paese non riconosciuto, ma l'importante è che non ci fosse nessun rischio e, non c'è stato alcun confronto militare tra le due parti ultimamente.

Zona smilitarizzata di Cipro